sabato 28 marzo 2020

Come funziona la Giustizia Civile?

In questi giorni di stop forzato ho partorito una piccola guida, un libretto di 14 pagine, che potete scaricare da qui.

L'obiettivo è in poche pagine, senza pretesa di esaustività e con un linguaggio semplice, cercare di far comprendere al cittadino le complicate dinamiche del processo civile.

Per chi fa impresa è fondamentale conoscere i meccanismi e soprattutto i tempi della giustizia, così da poter consapevolmente prendere certe decisioni.

L'incertezza dei tempi processuali, il dedalo di norme e i ricorsi nelle aule dei tribunali rappresentano un freno alla capacità imprenditoriale e allo sviluppo economico del Paese.

Tra le tante letture sul tema, rimando a questo articolo tratto da Lavoce.info, interessante soprattutto per la prima parte laddove evidenzia alcuni dati significativi che qui, per comodità del lettore, riporto: 

Nel 2019, gli esperti della Banca Mondiale stimano che in Italia occorrono ancora 1.120 giorni per recuperare un credito commerciale collocando il nostro paese al 111esimo posto su 190 (il miglioramento nella classifica generale rispetto al 2011 è dovuto principalmente a un cambiamento dei criteri di calcolo). Mentre la Spagna registra 510 giorni e la Germania 499. Con diversi criteri di calcolo, gli esperti della Commissione europea per l’efficienza della giustizia (Cepej) del Consiglio d’Europa calcolano in 514 giorni la durata di un processo civile di primo grado in Italia contro i 282 giorni in Spagna e i 196 giorni in Germania. Con un po’ di approssimazione, i nostri processi durano, di media, circa il doppio rispetto a paesi simili al nostro.

Nessun commento:

Posta un commento